Zingari del mare

Sono trascorsi quattro anni dal nostro rientro in patria, ma il nostro viaggio è tutt’altro che terminato. Quando lasciammo l’Italia eravamo due giovani sognatori con davanti un mondo da scoprire e non avevamo altro che la nostra voglia di avventura e una piccolissima barca a vela che ci attendeva nel più bel luogo al mondo: l’Oceano Pacifico. p1000525Il nostro viaggio ci ha regalato innumerevoli avventure e dopo poco anche un nuovo membro dell’equipaggio, la piccola Sophia che abbiamo visto muovere i suoi primi passi (scalza) sulle spiagge bianche dei mari del sud; e la barca è diventata casa e noi una vera famiglia. img_4414Vivendo come zingari del mare abbiamo incontrato personaggi straordinari e ascoltato delle loro straordinarie avventure, e la sera, illuminati dal bagliore delle candele nel nostro piccolo guscio di acciaio abbiamo sorriso di quelle storie e delle nostre, e tutto ci pareva possibile, tutto era possibile. Abbiamo realizzato il nostro grande sogno, crescere insieme a Sophia in quel modo così semplice e appagante che era il viaggio. Come spugne abbiamo assorbito l’indelebile succo della vita a contatto con la natura e abbiamo condiviso una magica energia con gli altri componenti di quella folle tribù di viaggiatori romantici. Genti di ogni paese e di nessun luogo con fantastici percorsi di viaggi e di vita, storie di umanità marinara e tolleranza, umiltà e coraggio assoluto. Quell’immenso bagaglio umano si è  arricchito durante tutti i  viaggi di mare e di terra di questa piccola famiglia e dalle Isole della Polinesia ci siamo ritrovati prima in Australia e infine in Nuova Zelanda, ai confini del mondo; lì abbiamo conosciuto marinai solitari e numerose famiglie di navigatori come noi, tutti con nuove storie e nuovi progetti. Dalla terra dei Maori non si può ripartire subito e così, dopo molto tempo, la nostra casa ha smesso di essere un guscio di acciaio galleggiante ed è diventato un piccolo rifugio di legno immerso in una foresta stupenda, su un’isola meravigliosa. Un anno di pura natura e un pò di lavoro, nuovi amici e una nuova intrigante idea: fare ritorno alle origini, dove tutto era nato e dove avremmo forse potuto continuare la nostra avventura con lo stesso spirito. Il rientro nel Bel Paese è un privilegio che solo noi viaggiatori italiani possiamo avere tornando da oltremare, la sua bellezza è tale che difficilmente ci si pente di avervi fatto ritorno. In questi anni alla famiglia si è aggiunta un’altra piccola marinaia, Aurora e una nuova casa galleggiante ha preso il posto del nostro amato guscio di acciaio che ora appartiene ad un neozelandese alle isole Vanuatu.20170416_135809 Con la nostra nuova barca vogliamo navigare nel Mediterraneo con chi volesse unirsi a noi per vivere quelle emozioni e avventure che abbiamo vissuto in Oceano, trasmettere la purezza di quei ricordi vissuti e ascoltati nei racconti di altri ed accogliere chiunque volesse trasformare la propria vita in un piccolo viaggio avventuroso. La nostra base è a La Spezia e dal Golfo dei Poeti inizieremo questo nuovo viaggio, con l’obiettivo  di trasformare questa piccola famiglia in una grande comunità di folli sognatori!

Sea Gypsies

It has been four years since we came back but our journey is all but finished. When we first left Italy we were two young dreamers with a whole world to discover in front of us and we had nothing but our spirit of adventure and a tiny little sail boat waiting for us in in the most wonderful place on earth: the Pacific Ocean. dsci0266Our journey brought us a lot of adventures and after a while a new member of the crew was born, Sophia, who moved her first steps on the white sandy beaches of the South Seas; so that the boat became our house and we became a real family. Living like sea gypsies we met extraordinary people and listened to their fantastic adventures and in the evening, under the glow of candles inside our little shell of steel the thought of those stories made everything look possible, because everything was possible indeed. Our dream of growing up along with Sophia in such a simple and fulfilling way which was travelling had come true. We absorbed the indelible juice of living amongst the elements of nature like sponges and we shared this magical energy with the rest of that “foolish” tribe of romantic travelers. We met people from many countries and from nowhere, we heard stories of seaman skills, humanity, tolerance, humility and absolute courage. That huge human heritage enriched during all our voyages in the Ocean and ashore, and after wandering between the islands of Polinesia and Australia we finally ended up in New Zealand, to the end of the world. img_4804There we met solo sailors and many families who lived on boats as well as us, all of them new stories and new wonderful projects. We didn’t want to leave Aotearoa( “the land of the long white cloud” in Maori language) so quickly, so we moved in a tiny wooden hut on Waiheke Island where we spent some time working and enjoying the Nature with our new friends until a new idea came up into our minds: going back to our home land, straight to the origins, where everything started years before. The plan was to continue our journey in our beloved country, with the same spirit and purposes. Coming back to Italy is a privilege that we have as Italian after many years overseas; its beauty is such that we never regret to have returned. Since we came back one more little curly sailor has joined the family, Aurora, and a new “floating house” replaced our beloved old shell which now belongs to a Kiwi man in Vanuatu Islands. Our porpoise is to sail on our new boat across the Mediterranean  with whoever desires to join us to hear of fantastic stories and emotions we experienced in the Pacific Ocean.img_0576 Our goal is to spread the power of our feeling and sail memories to all those who wants turn their lives into a little adventurous voyage. The base is in La Spezia, in the Gulf of Poets. From here we will start this new adventure, with the target of turn this small gipsy family into a great tribe of foolish dreamers!

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...